menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta del luogo dove è avvenuto il delitto

Una veduta del luogo dove è avvenuto il delitto

Omicidio a Canicattì: agricoltore ammazzato a colpi d'arma da fuoco, preso l'assassino

Il sessantottenne, Vincenzo Sciascia Cannizzaro, è stato ritrovato riverso lungo la stradina di campagna. Il delitto è maturato per questioni di confini fra appezzamenti di terreno. Il Pm ha disposto che la polizia proceda all'audizione delle persone informate sui fatti

Un agricoltore di 68 anni, Vincenzo Sciascia Cannizzaro di Canicattì, è stato ucciso a colpi d'arma di pistola in contrada Calici: all'ingresso della città dell'uva Italia, prima di arrivare all'ospedale "Barone Lombardo". Non è chiaro quanti siano stati i colpi - né tantomeno il calibro - che hanno raggiunto l'agricoltore sessantottenne che sarebbe stato trovato riverso lungo la stradina di campagna. 

Sul posto sono accorsi gli agenti del commissariato di Canicattì e i carabinieri della locale compagnia. Gli investigatori hanno subito cercato di fare chiarezza sull'accaduto. L'ipotesi investigativa priivilegiata è che il delitto sia riconducibile a diatribe personali e anche a problemi di vicinato: questioni di confini di proprietà. 

IL VIDEO. Omicidio Sciascia Cannizzaro: l'agricoltore freddato vicino al suo vigneto

La polizia, oltre ad essere presente in contrada Calici, avendo subito individuato la pista investigativa da seguire, ha rastrellato l'intera città: il segnale, evidente, che gli agenti del commissariato, coordinati dal vice questore Cesare Castelli, stavano cercando il presunto assassino. Un uomo che è stato, di fatto, subito identificato dai poliziotti. Un uomo, sospettato d'aver commesso il delitto, che è stato già fermato e portato al commissariato di polizia. Si tratta di un vicino di appezzamento di terreno con il quale l'anziano di Canicattì aveva, da tempo, dei dissapori legati ad una questione di confini.

Il fascicolo d'inchiesta è coordinato dal sostituto procuratore Paola Vetro. I poliziotti del commissariato cittadino hanno già iniziato - alle 13,20 circa - ad ascoltare alcune persone informate sui fatti. Pare che soltanto a margine, quando cioè sarà fatta piena chiarezza, scatterà un provvedimento a carico del sospettato.  

omicidio contrada calici vincenzo sciascia cannizzaro3-2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento