menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo del delitto

Il luogo del delitto

L'omicidio dell'agricoltore: 2 colpi di pistola alla testa dopo l'ennesima lite

Il sostituto procuratore di turno, Paola Vetro, titolare del fascicolo d'inchiesta, ha già sentito numerosi familiari e conoscenti della vittima: "persone informate sui fatti"

Due colpi sparati, a distanza ravvicinata, con una pistola verosimilmente di calibro 7,65. Due colpi che hanno centrato l'agricoltore sessantottenne di Canicattì, Vincenzo Sciascia Cannizzaro, in testa. Ma la pistola - forse usata da colui che è ancora ritenuto un sospettato - non è stata ancora trovata. Non c'era nei pressi dei vigneti di contrada Calici, alle porte di Canicattì, non c'era lungo la strada che il sospettato avrebbe percorso e non c'era - lo dimostrano le perquisizioni ultimate soltanto da pochissimo - neanche nell'abitazione dell'uomo.

Omicidio a Canicattì: agricoltore ammazzato a colpi d'arma da fuoco, preso l'assassino

Nonostante siano trascorse ore ed ore da quando il sospettato è stato portato, dalla polizia, in commissariato, l'uomo non ha - almeno per il momento - rilasciato alcuna dichiarazione. Il sostituto procuratore di turno, Paola Vetro, titolare del fascicolo d'inchiesta aperto, ha già sentito numerosi familiari e conoscenti della vittima: "persone informate sui fatti". Fra poco verrà interrogato anche il canicattinese che si trova in commissariato.

IL VIDEO. Omicidio Sciascia Cannizzaro: l'agricoltore freddato vicino al suo vigneto

Intanto, dalla prima ispezione cadaverica sarebbe emerso che la vittima è stata ammazzata con due colpi di una pistola di piccolo calibro. Verosimilmente tutto è accaduto dopo una discussione, forse l'ennesima, per una questione di diritto di passaggio sulla stradina di campagna. Fra vittima e assassino c'è stato un incontro casuale? O magari quello di stamattina avrebbe dovuto essere un incontro chiarificatore? Sono questi alcuni degli interrogativi ai quali stanno cercando di dare una risposta i poliziotti del commissariato di Canicattì e i carabinieri della compagnia cittadina.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento