rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Canicattì

"Ha ucciso il futuro consuocero investendolo col furgone per bloccare il matrimonio del figlio", tabaccaio a giudizio

Luigi Lalomia, 75 anni, è accusato dell'omicidio di Mario Vincenzo Lauricella, meccanico sessantenne, e del tentato omicidio della figlia di quest'ultimo: entrambi sarebbero stati presi a bastonate

Rinviato a giudizio con le accuse di omicidio pluriaggravato, tentato omicidio e minaccia grave: il giudice per l'udienza preliminare Giuseppe Miceli ha mandato a processo il tabaccaio Luigi Lalomia, 75 anni accusato di avere ucciso Mario Vincenzo Lauricella, meccanico sessantenne di Canicattì, preso a bastonate e investito con un furgone nell'ambito di un contrasto legato al futuro matrimonio dei loro figli. Lalomia, in particolare, prima dell'omicidio avrebbe tentato di impedire il matrimonio con insulti e minacce. 

Lalomia è accusato anche del tentato omicidio della futura nuora che sarebbe stata salvata proprio da un gesto eroico del padre che, vedendo l'auto piombargli contro, l'avrebbe spintonata via evitando che anche lei venisse schiacchiata contro un muro.

L'anziano, assistito dal suo difensore, l'avvocato Calogero Meli, nell'interrogatorio, aveva negato la ricostruzione in tutti i punti dicendo, in sostanza, che si era trattato di un incidente: la Cassazione, tuttavia, ha confermato l'arresto in maniera definitiva e la vicenda approda ora in aula per il dibattimento. La prima udienza è stata fissata per il 10 giugno davanti alla prima sezione della Corte di assise di Agrigento presieduta da Alfonso Malato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ha ucciso il futuro consuocero investendolo col furgone per bloccare il matrimonio del figlio", tabaccaio a giudizio

AgrigentoNotizie è in caricamento