menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto di camion e trattore con inseguimento e caduta dal burrone, in due a giudizio

La Procura cita a giudizio Vincenzo Pinto, 34 anni, arrestato lo scorso 16 marzo e Salvatore Gioachino Bartolotta, 36 anni

Il furto, la fuga a folle velocità e l’inseguimento. Poi l’incidente e il sospetto che il ferito potesse non essere stato l’unico autore del colpo. Nei confronti dei due indagati è stata disposta la citazione diretta a giudizio. In sostanza, trattandosi di reati che non superano la pena massima di quattro anni, la Procura ha disposto il processo senza che sia necessario il filtro del gup. Il provvedimento è stato firmato dal pubblico ministero Chiara Bisso nei confronti di Vincenzo Pinto, 34 anni, arrestato lo scorso 16 marzo e Salvatore Gioachino Bartolotta, 36 anni, entrambi di Canicattì. L’accusa, in concorso con altri due complici non ancora individuati è di furto. La svolta nell’indagine, che comunque ha accertato solo a metà, secondo gli inquirenti, la dinamica dei fatti, è arrivata nei giorni successivi. I difensori dei due imputati (Pinto ha nominato l’avvocato Daniela Posante, Bartolotta sarà assistito da Angela Porcello) prima dell’eventuale apertura del dibattimento potranno scegliere un rito alternativo come il giudizio abbreviato o il patteggiamento. Per quest’ultima ipotesi servirebbe il consenso del pubblico ministero.

I due avrebbero rubato un autocarro parcheggiato per strada e un trattore cingolato fermo all’interno di un’azienda agricola. La polizia tentò di bloccare il camion che iniziò una fuga a folle velocità fino alla caduta da un viadotto, in un dirupo di circa 9 metri. Sotto il ponte, in condizioni molto gravi tanto da richiedere un delicato intervento chirurgico, fu trovato Pinto, arrestato e posto ai domiciliari in ospedale per molto tempo. 

La polizia ritenne che non fosse Pinto a guidare il camion e che il suo complice fosse riuscito a fuggire. Nessuna traccia neppure degli autori del furto dell’altro mezzo. La vicenda, che presenta ancora tanti aspetti da mettere a fuoco, approderà presto in aula per il processo. Il primo passaggio è stato fissato per il 17 aprile davanti al giudice monocratico Katia La Barbera. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento