Cronaca

La "banda della Fiat Punto" ha colpito ancora: nuovo furto d'auto

Il proprietario del mezzo è stato fuori città per circa cinque mesi, al suo ritorno dell'utilitaria non c'era più nessuna traccia

La “banda della Fiat Punto” non si perde un colpo. Una nuova denuncia di furto è stata formalizzata, al commissariato di polizia, da un tunisino trentatreenne residente a Canicattì. L’uomo ha lasciato la sua utilitaria posteggiata in una zona periferica della città ed è partito per la Tunisia. Dall’inizio di gennaio è rientrato, a Canicattì appunto, a fine maggio scorso. La sua macchina di proprietà non c’era però più. S’è di fatto – così come molte altre – dissolta nel nulla. Ad avvisarlo, ancor prima che si mettesse alla ricerca spasmodica dell’utilitaria, è stato un suo conoscente.

Il tunisino trentatreenne ha, naturalmente, subito verificato ed effettivamente la sua Fiat Punto era scomparsa. Non si tratta, purtroppo, né del primo e forse nemmeno dell’ultimo caso. Fra Canicattì e Comuni limitrofi, negli ultimi mesi, si registra un vero e proprio crescendo – tant’è che si parla di “banda della Fiat Punto” – di furti di piccole utilitarie. Vengono privilegiate le Fiat, ma anche altri modelli non risulterebbero essere disdegnati. Ancora una volta, i poliziotti del commissariato di Canicattì hanno avviato le indagini. Non ci sono conferme istituzionali al riguardo, ma non è da escludere che dietro tutti questi furti vi sia dietro sempre la stessa “mano". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "banda della Fiat Punto" ha colpito ancora: nuovo furto d'auto

AgrigentoNotizie è in caricamento