menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Rubati i cancelli delle isole ecologiche e cavi elettrici di Foro Boario

Dopo il furto di carburante dai mezzi lasciati in sosta nelle ore notturne, adesso sono entrati in azione anche i "cacciatori" di ferraglia

Rubati i cancelli di alcune isole ecologiche realizzate a Canicattì. Dopo il furto di carburante dai mezzi lasciati in sosta nelle ore notturne nell'area dell'ex Foro Boario, adesso i criminali hanno portato via pure i cancelli di ferro che servivano a rendere accessibile lo spazio solo ai cittadini censiti. Ma è stato preso di mira, di nuovo, dai malviventi il centro comunale di raccolta: c'è stato un danneggiamento e un furto di cavi elettrici.

Questa mattina, alla riapertura dei cancelli dell'impianto del Foro Boario, gli operai addetti al servizio del Ccr hanno trovato i cavi elettrici tagliati e asportati. Gli operai si sono resi conto che qualcosa non andava, pochi minuti dopo l'apertura dell'impianto non riuscendo ad azionare le macchine che servono per le operazioni ordinarie per il trattamento dei rifiuti. Si sono così accertati che il mancato avvio delle attrezzature era causato dai danneggiamenti agli impianti elettrici e dal furto di alcuni cavi. Dopo avere preso atto di quanto accaduto, i responsabili della Sea hanno presentato una regolare denuncia contro ignoti per danneggiamento e furto agli agenti del commissariato di Pubblica sicurezza di Canicatti che hanno già avviato le indagini.

Il furto di ieri al Foro Boario segue probabilmente di poche ore quelli verificatisi in alcune isole ecologiche realizzate lungo il territorio periferico canicattinese dove sono stati asportati i cancelli di entrata. Già nei mesi scorsi le ditte del raggruppamento di Imprese Sea, Iseda ed Ecoin avevano subito il furto di gasolio dai serbatoi dei mezzi adibiti alla raccolta rifiuti.  

"Siamo stati informati dell'accaduto - dice il sindaco Di Ventura - e stentavamo a crederci. Purtroppo è vero e la cosa ci lascia sgomenti". Continuano, intanto, a svolgersi le riunioni tra amministrazione comunale di Canicattì, Aro Canicattì-Camastra e Rti Iseda-sea-Ecoin nel cercare di riuscire a rendere accettabile il servizio di raccolta differenziata. Da settembre, ad un anno esatto dalla consegna del servizio, dovrebbe cambiare in maniera sensibile l'organizzazione dei diversi servizi in coincidenza del rientro in città dei residenti dopo il periodo estivo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento