rotate-mobile
Cronaca Canicattì

"Furto in concorso", aggravata la misura: domiciliari per 20enne

Simone Gennaro, 20 anni di Canicattì, che è difeso dall’avvocato di fiducia Calogero Sferrazza, aveva l'obbligo di dimora a Canicattì

Sostituzione della misura dell’obbligo di dimora a Canicattì con gli arresti domiciliari. A firmare l’ordinanza di aggravamento è stato il giudice del tribunale di Agrigento, Alfonso Pinto. Ad eseguirla – a carico di Simone Gennaro, 20 anni di Canicattì, che è difeso dall’avvocato di fiducia Calogero Sferrazza – sono stati i poliziotti del commissariato di Canicattì.

Il giovane è indagato per l’ipotesi di reato di furto in concorso. Alla richiesta, appunto accolta, di aggravamento della misura si è arrivati perché, stando all’accusa, il giovane avrebbe tenuto “ripetuti e continui comportamenti dando adito al sospetto di eventuali reiterazione di reati della stessa specie di quelli per cui si procede”. I poliziotti del commissariato ricevuto il provvedimento, lo hanno immediatamente eseguito. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Furto in concorso", aggravata la misura: domiciliari per 20enne

AgrigentoNotizie è in caricamento