menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Canicattì dice addio a Federica, il parroco: "Chiediamo che possa giungere alla vita eterna"

Nella chiesa Sacra famiglia, pochi familiari della giovane. All'esterno, molte più persone che hanno salutato la 28enne con un lungo applauso  

Canicattì ha detto "addio" a Federica Aleo, 28 anni, morta sabato mattina all'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta dove era ricoverata dallo scorso 2 febbraio, quando rimase gravemente ferita nell'incidente stradale di Ravanusa in cui perse la vita l'ex consiigliere comunale Lorenzo Miceli. Le esequie sono state celebrate, da don Blaise, nella chiesa Sacra famiglia. 

L'incidente mortale di Ravanusa, dopo 3 mesi un'altra tragedia: Federica non ce l'ha fatta

"Nessuno accetta la morte, tranne Gesù quando era sulla croce - ha detto, durante l'omelia, don Blaise - . Le tante preghiere che abbiamo innalzato a Dio dove sono finite? Per questo, alcuni si chiedono: ma c'è questo Dio? E se c'è perché permette tutta questa sofferenza. Chiediamo al Signore che oggi Federica possa giungere alla vita eterna, possa sentire Gesù che le dice: in verità ti dico, oggi sarai con me in Paradiso. Ci sentiamo abbandonati come Gesù sulla croce. Se quando siamo disperati ci allontaniamo da Dio, rischiamo di non incontrarlo - spiega don Blaise - . Solo quando noi sappiamo cogliere la sua parola, riusciamo a riconoscerlo". Nella chiesa Sacra famiglia, per via delle prescrizioni anti-Covid, pochi familiari della giovane. All'esterno, molte più persone che hanno salutato la 28enne con un lungo applauso.  

Incidente nel centro di Ravanusa: un morto e tre giovani in gravi condizioni

La ragazza, quel 2 febbraio scorso, era in macchina con l'amico infermiere quando in via Gramsci, nei pressi della più noto corso Aldo Moro, si verificò l'incidente stradale. Federica Aleo venne portata all'ospedale di Caltanissetta e venne sottoposta -- per i gravi traumi alla testa e al torace - a degli interventi chirurgici. Sabato mattina, la tragedia. Federica era molto conosciuta, e voluta bene da tutti a Canicattì, per via del suo lavoro: era commessa in un negozio d'abbigliamento del centro. 

funerale federica aleo-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento