menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta del carcere Petrusa

Una veduta del carcere Petrusa

"Dopo la rapina viola i domiciliari", 24enne arrestata e porta in carcere

L'ulteriore aggravamento della misura cautelare è stato eseguito dai poliziotti del commissariato 

Doveva restare agli arresti domiciliari. I controlli effettuati, dalla polizia di Stato, hanno invece fatto emergere l'esatto contrario. Ieri, i poliziotti del commissariato di Canicattì hanno eseguito la misura cautelare - emessa dal gip del tribunale di Agrigento - a carico di Laura Savaia, 24 anni. La giovane è stata portata in carcere.

"Violazione dell'obbligo di dimora dopo tentata rapina in casa di afgani": arrestata 24enne 

Alla misura cautelare si è arrivati dopo la segnalazione, ad opera dei poliziotti del commissariato cittadino, delle numerose violazioni agli arresti domiciliari a cui la giovane era sottoposta. Dopo l'esecuzione dell'aggravamento dell'obbligo di dimora, disposto a suo carico dopo la rapina ai danni di afgnani (reato commesso assieme ad altri due indagati ndr.), Savaia - dal 25 novembre - doveva rimanere a casa in regime di arresti domiciliari. Stando all'accusa, vi sarebbe però rimasta ben poco visto che i controlli effettuati dalle pattuglie del commissariato hanno dato - è stato ufficialmente ricostruito - esito negativo. A quanto pare, la giovane era ricercata da diversi giorni proprio per l'esecuzione dell'ulteriore aggravamento della misura cautelare. 

Le indagini della polizia di Canicattì sono state coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica Elenia Manno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento