menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

"Cocaina, hashish e marijuana in macchina", arrestato un trentenne

I poliziotti hanno fatto scattare la perquisizione dopo che hanno appurato che l'auto era senza assicurazione e che il giovane guidava con la patente scaduta

Sarebbe stato trovato in possesso "di 3 involucri di cocaina, dal peso complessivo di oltre 5 grammi, di una dose di hashish e di marijuana e un coltello a scatto - di genere vietato - nascosti  all'interno di un pacchetto di fazzoletti di carta". Il tutto mentre, secondo l'accusa formalizzata dalla polizia, "circolava alla guida di un'autovettura senza assicurazione e con patente scaduta". Ha 30 anni il canicattinese, Mirko Messina, che è stato arrestato - ieri pomeriggio - dai poliziotti del commissariato di Canicattì. L'ipotesi di reato contestata è detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti e porto illegale di coltello di genere vietato.

Una volante del commissariato, in pieno centro cittadino, ha fermato e controllato il giovane. Appurata - secondo la ricostruzione ufficiale della polizia - lla mancanza di copertura assicurativa e la patente scaduta, i poliziotti hanno sottoposto a perquisizione personale il giovane. "All'interno del marsupio del Messina, è stata rinvenuta una una busta di plastica contenente 3 involucri di sostanza stupefacente risultata al narcotest essere cocaina del peso complessivo di oltre 5 grammi e un altro involucro che avvolgeva una dose di sostanza stupefacente del tipo hashish - viene ricostruito ufficialmente - . Inoltre, all'interno dell'autovettura, è stata rinvenuta sostanza stupefacente del tipo marijuana e un coltello a scatto di genere vietato, abilmente nascosti all'interno di un pacchetto di fazzoletti di carta. I corpi di reato, assieme al denaro in contante, consistente in banconote di piccolo taglio, in possesso dell'arrestato, poiché ritenuto provento dell'attività illecita, venivano sottoposti a sequestro penale mentre l'autovettura a sequestro amministrativo".

Su disposizione del sostituto procuratore di turno, Gloria Andreoli, titolare del fascicolo d'inchiesta subito aperto, l'indagato è stato posto agli arresti domiciliari.

L'attività di contrasto del preoccupante fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, anche pesanti come la cocaina, continua senza sosta e viene svolto con il massimo impegno dal commissariato di Canicattì.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Gioca 10 euro e ne vince 2milioni: caccia al fortunato di Cattolica Eraclea

  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento