Preso con 95 grammi di cocaina e 54mila euro in contanti, imprenditore patteggia

La difesa del ventinovenne Salvatore Carlino e la Procura raggiungono l'accordo per l'applicazione di una pena di 3 anni e 4 mesi

La cocaina nascosta dentro il marsupio

Tre anni e quattro mesi di reclusione e 30.000 euro di multa. La difesa dell'imprenditore Salvatore Carlino, 29 anni di Canicattì, arrestato il 27 giugno con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di droga, raggiunge l'accordo con la Procura per il patteggiamento.

La richiesta di applicazione della pena, concordata dall'avvocato Angela Porcello con il pubblico ministero Sara Varazi, sarà adesso sottoposta al vaglio del gip Alessandra Vella. Nel frattempo lo stesso giudice, alla luce degli sviluppi processuali, ha alleggerito la misura cautelare nei suoi confronti mantenendo gli arresti domiciliari ma concedendo la rimozione del braccialetto elettronico e l'autorizzazione a uscire da casa in determinati orari per ragioni lavorative.

I carabinieri avevano fatto irruzione nella sua abitazione, in seguito ad una precedente attività investigativa, trovando droga e denaro contante. In particolare, nascosti in una piccola costruzione in legno, venivano trovati 6.900 euro. All'interno della stessa c'era un borsello, occultato con delle pietre, con dentro otto involucri di cocaina e un bilancino elettronico.

Nei dintorni dello stabile veniva trovata, inoltre, una cassaforte sotterrata con dentro 46.900 euro, mentre in un terreno attiguo venivano recuperati altri due bilancini, due paia di forbici e del nastro per il confezionamento. Carlino, dopo l’interrogatorio di convalida, finì in carcere e vi restò per tre settimane prima che il gip Francesco Provenzano disponesse i domiciliari, misura alla quale è tuttora sottoposto seppure con qualche vincolo in meno.

La vicenda giudiziaria, in caso di via libera dal gip al patteggiamento, potrebbe esaurirsi nelle prossime settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento