Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Sorpresi in auto con la droga insieme a una minorenne, due giovani dal gup

La polizia si era insospettita per la presenza della loro vettura ferma vicino a una chiesa e ha fatto scattare il controllo: i ventenni fumavano crack con la diciassettenne

Foto archivio

Il 27 ottobre davanti al gup Stefano Zammuto: i due ventenni arrestati dalla polizia il 31 ottobre dell’anno scorso dopo essere stati sorpresi a fumare crack in auto con una ragazzina minorenne, rischiano di finire a processo. Il pubblico ministero Chiara Bisso ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti di Carmelo Carlino, 26 anni e Giuseppe Marino, 19 anni.

L’udienza preliminare, inizialmente fissata per ieri, è stata rinviata di sette giorni per un ritardo nelle notifiche. L'accusa ipotizzata nei confronti dei due imputati, difesi dagli avvocati Calogero Lo Giudice e Giovanni Salvaggio, è di detenzione illecita di sostanza stupefacenti.

Gli agenti, insospettiti dalla presenza di un'auto ferma nei pressi della chiesa di Sant'Eduardo, hanno deciso di eseguire un controllo. Una volta avvicinati all'auto, hanno trovato i due giovanissimi che fumavano crack con una bottiglia di plastica modificata insieme a una ragazzina di 17 anni.

La perquisizione è stata estesa: dentro il portacenere sono stati trovati dei pezzi di hashish, per un peso complessivo di poco meno di 1,5 grammi, mentre nella tasca laterale vi era un bilancino di precisione. Nella tasca dei pantaloni di Marino, inoltre, è stata trovata una tavoletta di circa 50 grammi di hashish.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi in auto con la droga insieme a una minorenne, due giovani dal gup

AgrigentoNotizie è in caricamento