Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

"Calci e pugni ad un commerciante per portargli via 100 euro", arrestati zio e nipote

I due romeni - di 41 e 28 anni - devono espiare la pena di tre anni e mezzo di reclusione

Erano stati riconosciuti colpevoli di rapina e lesioni personali e sulle loro teste c'erano due ordini di carcerazione emessi dalla Procura di Agrigento. Zio e nipote - G. I. di 41 anni e G. V. di 28 anni, romeni, - sono stati rintracciati dai poliziotti del commissariato di Canicattì che hanno dunque dato esecuzione ai provvedimenti: ognuno di loro deve espiare la pena di 3 anni e 6 mesi di reclusione.

I due sono stati riconosciuti appunto responsabili, in concorso con un'altra persona, di rapina e lesioni personali - fatto avvenuto il 5 giugno del 2012 - ai danni di un commerciante che venne aggredito con calci e pugni per portargli via 100 euro. 

Gli arrestati, dopo le formalità di rito svolte in commissariato, sono stati accompagnati alla casa circondariale di contrada Petrusa ad Agrigento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Calci e pugni ad un commerciante per portargli via 100 euro", arrestati zio e nipote

AgrigentoNotizie è in caricamento