rotate-mobile
Cronaca Canicattì

Preso con 50 chili di marijuana e 200 piantine, condanna ridotta per 47enne

Giuseppe Marchese Ragona era stato arrestato dai carabinieri dopo un blitz nel suo garage: la Corte di appello ridetermina la pena da 4 anni a 2 anni e 8 mesi

Condanna ridotta da 4 anni a 2 anni e 8 mesi per l'imprenditore agricolo Giuseppe Marchese Ragona, 47 anni, arrestato dai carabinieri il 4 settembre del 2018 dopo essere stato trovato in possesso di circa 50 chili di marijuana essiccata e 200 piantine.

Una trentina di militari, sulla base di una precedente attività investigativa, hanno fatto irruzione in un garage dove lo hanno sorpreso mentre lavorava 50 chili di marijuana già essiccata. Poi la scoperta della maxi piantagione di duecento piante di marijuana, alte oltre due metri. Centinaia di migliaia di euro il valore al dettaglio della droga sequestrata.

Marchese Ragona era stato posto agli arresti domiciliari. In primo grado il gup del tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, gli aveva inflitto 4 anni di reclusione. I giudici della Corte di appello, ai quali si è rivolto il difensore, l'avvocato Paolo Ingrao, gli hanno ridotto la pena a 2 anni e 8 mesi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preso con 50 chili di marijuana e 200 piantine, condanna ridotta per 47enne

AgrigentoNotizie è in caricamento