Cane bruciato vivo, il sindaco Castellino: "Gesto che mortifica la comunità"

Il piccolo animale è stato soccorso dall'assessore comunale, D'Orsi. Il cucciolo è stato accompagnato nella più vicina clinica veterinaria, ma non ce l'ha fatta

Leila Li Causi e Perla Ietro

Un cucciolo di cane è stato bruciato. E’ quanto accaduto e poi denunciato a Palma di Montechiaro. Pesanti le ustioni subite dal piccolo cane, che è stato soccorso dall’assessore D’Orsi, per poi essere trasferito nella più vicina clinica veterinaria. A provare a fare tutto il possibile sono state Leila Li Causi e Perla Ietro. 

Il cane, è morto nella tarda serata di ieri. Il piccolo animale, però, versava in condizioni disperate. A condannare il vile gesto, è stato il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino: "Questi terribili e vili gesti mortificano e fanno vergognare l'intera comunità". Il sindaco ha già dato mandato alla polizia municipale di attivare tutte le procedure necessarie per l'individuare i responsabili.

"La società, gli educatori e le famiglie, tutti noi dobbiamo interrogarci sullo stato di avvilente decadimento dei più elementari principi di civiltà e di rispetto della vita. Non vi può essere pietà per chi decide in maniera folle di seviziare e torturare fino alla morte un essere innocente ed indifeso che chiedeva solo una carezza. Per rispetto della sofferenza di questo piccolo amico e per sdegno profondo nei confronti di questi criminali abbiamo deciso di non pubblicare le immagini. Il Comune di Palma di Montechiaro comunica che una volta individuati i responsabili si costituirà parte civile".

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • La ricetta dei panini di San Calò

  • Come organizzare la grigliata perfetta. Ecco cosa serve per una serata attorno alla brace

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • Si contendono la location: scoppia una maxi lite fra i "paninari" di San Leone

  • I documenti obbligatori da tenere in auto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento