rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Cronaca

Canaloni pieni di sterpaglie, il Comune corre ai ripari per evitare allagamenti

La spesa preventivata e già impegnata sul bilancio comunale – per effettuare la manutenzione di valloni e impluvi – è di quasi 20 mila euro. L'intervento è urgente per garantire appunto la pubblica incolumità

I canaloni e i valloni sono pieni di sterpaglie e di canne. Potrebbero innescarsi brutti incendi, ma anche ristagni di acque putride e maleodoranti, determinando pericolo per l’igiene e la salute pubblica. Fra non molto, inoltre, prenderà il via la “stagione delle piogge” e quindi potrebbero determinarsi allagamenti di strade, ma anche delle vicine abitazioni. Il Comune di Agrigento, negli ultimi giorni, sta cercando – prima, appunto, che sia troppo tardi - di correre ai ripari. Fra l’altro, gli abitanti delle residenze antistanti al vallone Donna Curci hanno ufficialmente chiesto un intervento mirato. Il settore Sanità, Ecologia ed Energia di palazzo dei Giganti ha stabilito che c’è “la necessità di intervenire con massima urgenza per ripristinare la funzionalità dei valloni e dei canaloni, ma  essendo il Comune di Agrigento sfornito di idonei mezzi ha la necessità di noleggiare sul mercato escavatore, pala meccanica, autocarro”. Soltanto con questi mezzi si potrà dar corso alle necessarie operazioni di pulizia e scongiurare quindi allagamenti nelle abitazioni o lungo le strade, nonché incendi, salvaguardando dunque la pubblica incolumità.

La spesa preventivata dall’ente e già impegnata sul bilancio comunale – per effettuare la manutenzione di valloni e impluvi – è di quasi 20 mila euro. Ed è una spesa urgente per garantire appunto la pubblica incolumità. Verrà, adesso, inviata la lettera d’invito a diverse ditte affinché si possa far partire – ed il prima possibile – i “lavori di pulitura dei canaloni e dei valloni per lo smaltimento delle acque meteoriche”.

Il prossimo passo che il Comune di Agrigento dovrà muovere – come ogni anno, di fatto, - sarà quello di affidare l’espurgo della rete fognante delle acque bianche – di cui fanno parte caditoie ed inghiottitoi – . Così facendo, quartieri come San Leone e il Villaggio Mosè – soprattutto – non si allagheranno più. Lavori ritenuti fondamentali, dalla stessa amministrazione, per fronteggiare, ogni qualvolta piove, gli allagamenti, i danni e i disagi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canaloni pieni di sterpaglie, il Comune corre ai ripari per evitare allagamenti

AgrigentoNotizie è in caricamento