rotate-mobile
Carabinieri / Campobello di Licata

Viola il divieto di avvicinamento, anche alla casa familiare: infermiere arrestato e portato in carcere

L'uomo non si sarebbe attenuto - secondo l'accusa - alle prescrizioni imposte dalla misura cautelare

 Non avrebbe dovuto avvicinarsi alla persona offesa e meno che mai alla casa familiare. E non avrebbe potuto, né dovuto, farlo per effetto della misura del divieto di avvicinamento alla quale era stato sottoposto dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento.

Misura che avrebbe però reiteratamente violato, non attenendosi di fatto alle prescrizioni imposte. Ed è per questo motivo che a carico dell’infermiere cinquantenne è stata firmata un’ordinanza di misura cautelare in carcere. Una misura che, di fatto, è andata ad aggravare quella precedente. I carabinieri della stazione di Campobello di Licata, coordinati dal comando compagnia di Licata, hanno arrestato il cinquantenne campobellese e lo hanno trasferito nella casa circondariale “Pasquale Di Lorenzo” di Agrigento dove dovrà restare, appunto, a disposizione dell’autorità giudiziaria. L’uomo non ha opposto alcuna resistenza, si è lasciato notificare la misura coercitiva e, al termine delle formalità, trasferire alla casa circondariale di contrada Petrusa di Agrigento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viola il divieto di avvicinamento, anche alla casa familiare: infermiere arrestato e portato in carcere

AgrigentoNotizie è in caricamento