rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Verso le amministrative / Campobello di Licata

Finisce il comizio elettorale e scoppia la rissa: aggrediti e feriti due aspiranti consiglieri

A innescare il caos, in piazza 20 Settembre a Campobello di Licata, sarebbero state delle critiche, non di carattere politico o amministrativo. Un 57enne è al momento al pronto soccorso dell'ospedale Barone Lombardo di Canicattì

Finisce il comizio elettorale del candidato a sindaco Vito Terrana e, in piazza 20 Settembre a Campobello di Licata, scoppia la rissa. Aggredito un candidato al consiglio comunale della lista Terrana e malmenato anche uno dei candidati all'Assise dell'aspirante sindaco Antonio Pitruzzella, un 57enne che è adesso al pronto soccorso dell'ospedale "Barone Lombardo" di Canicattì. Il 57enne, a quanto pare, è intervenuto per riportare la calma in piazza e per difendere l'altro aspirante consigliere che, finito il comizio, sarebbe stato aggredito a calci e pugni, finendo per terra. 

Elezioni 2024, esercito di candidati al consiglio comunale di Campobello di Licata: ecco tutte le liste

A innescare il caos, in piazza 20 Settembre, sarebbero state delle critiche, non di carattere politico o amministrativo. Parole che hanno, però, surriscaldato gli animi.  

"Un comizio esaltante, partecipato, che ha visto protagonista il nostro programma e i nostri contenuti, senza insultare nessuno. Registriamo con grande dispiacere, l'aggressione subita da un nostro candidato al consiglio comunale. Ribadiamo il nostro rifiuto a ogni forma di violenza. Il confronto democratico è la massima espressione di democrazia!" - ha scritto, sui social, il candidato a sindaco Vito Terrana - . 

"Il nostro candidato al consiglio comunale, che adesso sta andando al pronto soccorso, è intervenuto per riportare la calma in piazza. Era con la moglie quando si è accorto che c'era il caos - ha spiegato, ad AgrigentoNotizie, il candidato a sindaco Antonio Pitruzzella - . Alla fine del comizio del candidato sindaco di Nuova Democrazia Cristiana, Vito Terrana, il nostro candidato al consiglio comunale Angelo La Greca, mentre tentava di sedare una lite è stato aggredito violentemente alle spalle, buttato a terra e colpito con calci e pugni. Anche la moglie del nostro candidato ha subito un trauma al ginocchio. Ad Angelo e Rachele - scrive Pitruzzella - va la solidarietà di tutte le forze politiche che appoggiano la mia lista. Con vigore condanniamo questo vile atto e chiediamo che le autorità facciano al più presto chiarezza sull'accaduto. Chi ha avvelenato il clima di questa competizione elettorale, predicando bene e razzolando male, - continua, e sono dichiarazioni dal valore squisitamente politico, Pitruzzella - si assuma la responsabilità politica di tale autentica manifestazione di squadrismo punitivo che nulla dovrebbe avere a che fare con la vita democratica della nostra città. E al posto di affrettarsi a ribaltare i fatti, faccia chiarezza al proprio interno - ha tenuto a sottolineare il candidato sindaco (la cui elezione era stata annullata dal Cga) Antonio Pitruzzella - . L’unico comportamento accettabile da un candidato sindaco è quello di espellere chi si rende responsabile di comportamenti violenti. Se non avviene questo si è complici - conclude Pitruzzella - . I campobellesi non meritano che certi comportamenti, certe logiche e certe persone la facciano da padroni nella vita politica di questa città".

Quanto accaduto ieri sera, inevitabilmente, si tradurrà in denunce ai carabinieri, ai quali spetterà il compito di ricostruire - e con certezza categoria - cosa sia accaduto. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finisce il comizio elettorale e scoppia la rissa: aggrediti e feriti due aspiranti consiglieri

AgrigentoNotizie è in caricamento