menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Benzina sul pianerottolo: brucia la persiana, impiegata nel mirino?

Le fiamme si sono auto estinte e non c’è stato bisogno neanche di richiedere l’intervento dei vigili del fuoco. Del caso – che sembra avere tutte le caratteristiche dell’avvertimento – si stanno occupando i carabinieri

Hanno cosparso di liquido infiammabile il pianerottolo di un’abitazione, nel centro di Campobello di Licata, e hanno appiccato il fuoco. La fiammata ha bruciacchiato la persiana della casa e leggermente annerito il prospetto. E’ accaduto tutto nella tarda serata di domenica. A finire nel mirino di quello che è stato un attentato incendiario è stata la proprietaria della residenza: una impiegata sessantottenne. Una donna che, in quella casa, vive assieme al figlio, anche lui impiegato. Le fiamme si sono auto estinte e non c’è stato bisogno neanche di richiedere l’intervento dei vigili del fuoco. Del caso – che sembra avere tutte le caratteristiche dell’avvertimento – si stanno occupando i carabinieri della locale stazione. Militari dell’Arma che, così come procedura esige, hanno già informato l’autorità giudiziaria e che, adesso, appunto, si stanno occupando dell’attività investigativa.

Le indagini vengono, verosimilmente, portate avanti su un fronte di trecentosessanta gradi, senza nulla escludere, né nulla privilegiare. Fitto, anzi di più, è il riserbo degli investigatori che, nonostante il trascorrere delle ore da quando è stato appiccato il fuoco, non hanno lasciato trapelare nessuna indiscrezione. A Campobello di Licata, una realtà dove comunque ci si conosce un po’ tutti, la notizia è comunque rimbalzata da una bocca all’altra.

Non è escluso – ma il riserbo è appunto categorico – che i militari dell’Arma, come primo passaggio investigativo, abbiano già verificato la presenza o meno, in tutta la zona, di impianti di videosorveglianza pubblici o privati. Impianti i cui filmati potrebbero, naturalmente, consentire di far imboccare, immediatamente, la giusta pista investigativa. Servirà comunque del tempo affinché i carabinieri riescano a fare totale chiarezza, arrivando magari all’autore di quello che è stato un attentato incendiario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento