rotate-mobile
Tribunale / Campobello di Licata

"Si finge addetta ai farmaci per derubare 90enne": a giudizio

Una donna, insieme a due complici, avrebbe convinto l'anziana che dovevano controllare l'assunzione di medicinali: in questo modo sarebbero riusciti a entrare nella sua abitazione

In tre si fingono dei fantomatici addetti al controllo dell'assunzione dei farmaci e riescono, con questo espediente, a intrufolarsi nell'abitazione di una novantenne per derubarla.

Ad agire sarebbero stati un uomo, adesso deceduto, e due donne: l'unica identificata finisce adesso a processo. Il pubblico ministero Elenia Manno ha disposto la citazione a giudizio di Giuseppa Bono, 61 anni, di Siracusa, accusata di furto aggravato. L'episodio al centro della vicenda risale al 5 agosto del 2020. 

L'anziana aprì la porta della sua casa di Campobello di Licata ai tre che si erano qualificati come persone incaricate dell'assunzione dei suoi farmaci. In questo modo sarebbero riusciti a derubarla appropriandosi, peraltro, di un bottino piuttosto misero ovvero un paio di scarpe, un bracciale e un anello di bigiotteria. Le indagini dei carabinieri hanno poi consentito di identificare due dei tre presunti ladri.

Il processo è stato fissato per il 15 settembre davanti al giudice Katia La Barbera: i difensori, gli avvocati Salvatore Pennica e Giusi Ganci, potranno chiedere un rito alternativo come l'abbreviato o il patteggiamento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si finge addetta ai farmaci per derubare 90enne": a giudizio

AgrigentoNotizie è in caricamento