menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Greenpeace contro le trivelle, Sos Democrazia: "Il sindaco di Ribera non firma?"

Intervento dell'associazione "S.O.S. Democrazia" di Ribera che in seguito alla campagna "U mari un si spirtusa" condotta dall'associazione ambientalista contro le trivellazioni petrolifere nel Canale di Sicilia, denunciano la mancata risposta del sindaco di Ribera all'importante appello

"Dobbiamo purtroppo costatare che la politica riberese continua a dimostrare la sua assoluta insensibilità verso i temi ambientali. Il sindaco Pace è al corrente che ci sono compagnie petrolifere che hanno ottenuto 11 permessi per cercare idrocarburi lungo le nostre coste, e che altri 18 sono in fase di valutazione?". A dirlo sono i componenti dell'associazione "S.O.S. Democrazia" di Ribera che in seguito alla campagna "U mari un si spirtusa" condotta dall'associazione ambientalista "Greenpeace" contro le trivellazioni petrolifere nel Canale di Sicilia, denunciano la mancata risposta del sindaco di Ribera all'importante appello.

 
"Greenpeace ha chiesto a tutti i comuni interessati – scrivono da Sos Democrazia - di firmare un appello rivolto al Ministero dell’Ambiente per bloccare le trivelle nel Canale e proteggere gli ecosistemi marini di tutte le nostre coste. Nella nostra provincia si sono subito mobilitati i sindaci di Sciacca, Siculiana, Realmonte, Agrigento e Licata, mentre nessuna risposta ufficiale sarebbe ancora arrivata dal sindaco di Ribera. I rischi di questa corsa all’oro nero sono inaccettabili non solo per l’ambiente, ma per l’economia e per il benessere di tutte le comunità che vivono sulle coste siciliane, e per questo chiediamo al sindaco Pace e agli altri sindaci di dire no alle trivellazioni lungo le nostre coste, e di portare avanti le necessarie iniziative atte a scongiurare questo pericolo".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento