rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Il caso / Cammarata

"Aggredirono per rapinare operatore socio-sanitario", in comunità due minorenni

Il trentunenne venne selvaggiamente picchiato e finì in ospedale dove i medici, dopo tutti gli accertamenti del caso e le primissime cure, gli diagnosticarono ferite e contusioni guaribili in circa 30 giorni

Hanno 16 e 14 anni i due romeni che sono stati portati – in esecuzione della misura cautelare emessa dal tribunale per i minorenni di Palermo – in una comunità di Ravanusa. A farlo, dopo essersi occupati dell'attività investigativa che è riuscita a fare chiarezza, sono stati i carabinieri del nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Cammarata. I due giovanissimi sono stati ritenuti responsabili delle ipotesi di reato di rapina in concorso e lesioni personali aggravate. Era il 12 settembre scorso quando un trentunenne, operatore socio-sanitario, venne aggredito e selvaggiamente picchiato in via Onorevole Bonfiglio a Cammarata. Il ferito venne soccorso dai sanitari del 118 ed è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale di Mussomeli dove i medici, dopo tutti gli accertamenti del caso e le primissime cure, gli diagnosticarono ferite e contusioni guaribili in circa 30 giorni.

I militari dell’Arma di Cammarata intervenuti sul posto dell’aggressione, dopo aver facilitato i soccorsi del trentunenne e informato la Procura di Agrigento, si sono subito messi al lavoro con accertamenti e investigazioni. Il riserbo sull'intera inchiesta sviluppata è stato massimo. I carabinieri del Nor di Cammarata sono però riusciti a chiudere il cerchio e a venire a capo dell'identificazione dei due presunti responsabili di quell'aggressione e pestaggio. Si tratta appunto – stando all'accusa formalizzata dalla Procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Palermo – dei due ragazzini che sono stati appunto destinatari di una misura cautelare. Rintracciati, nelle scorse ore, i due adolescenti sono stati accompagnati nella comunità di Ravanusa dove dovranno, naturalmente, restare a disposizione dell'autorità giudiziaria. Come i carabinieri siano arrivati all'identificazione dei due giovanissimi non è stato reso noto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aggredirono per rapinare operatore socio-sanitario", in comunità due minorenni

AgrigentoNotizie è in caricamento