Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Cammarata

"Mio figlio è tornato a vivere in casa nostra", anziana madre ammette violazione divieto: nuovi guai per 48enne

Francesco Milazzo era stato arrestato per violenze e minacce ai genitori, il giudice lo ha allontanato ma è rientrato ugualmente: provvedimenti in arrivo dopo che la donna lo ha ammesso: "Nella casa dove abitava non c'era acqua"

“Mio marito aveva chiamato i carabinieri per farlo desistere, mio figlio adesso sta bene e non beve più. Da un mese è tornato a vivere con noi”. Il giudice monocratico Alessandro Quattrocchi, durante la deposizione assai sofferta dell’anziana, guarda il verbale dove risulta lo status detentivo dell’imputato, e glielo richiede. “Scusi, ha detto che vive insieme a lei e a suo marito? Ma lo sa che è sottoposto al divieto di avvicinamento?”.

L’anziana conferma. “Si, nella casa dove doveva restare non c’erano acqua e luce. Insomma, cosa doveva fare?”. Francesco Milazzo, 48 anni, di Cammarata, arrestato negli anni scorsi e adesso imputato con l’accusa di avere sottoposto i genitori a minacce, percosse e vessazioni di varia natura, rischia altri provvedimenti dopo l’audizione al processo della madre che, peraltro, ha ritrattato un po’ troppo clamorosamente le precedenti dichiarazioni, formalizzate con una denuncia sottoscritta dai carabinieri di Cammarata, che hanno fatto arrestare il figlio.

La donna, rispondendo al pubblico ministero Alfonsa Fiore, ha tentato di sminuire le accuse mosse in precedenza. Ai carabinieri aveva detto di essere stata costretta, ripetutamente, a chiudersi nella camera da letto insieme al marito perché il figlio beveva e li picchiava. Ieri l’improbabile marcia indietro. “Volevo dire che mi chiudevo perché andavo a letto”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mio figlio è tornato a vivere in casa nostra", anziana madre ammette violazione divieto: nuovi guai per 48enne
AgrigentoNotizie è in caricamento