Grosso masso contro la vetrata della Guardia medica: illeso il medico di turno

Atto vandalico o gesto mirato? I carabinieri hanno avviato le indagini e, come primo passo, verificheranno la presenza o meno di telecamere di video sorveglianza

(foto ARCHIVIO)

Un grosso sasso è stato lanciato contro la finestra della stanza dei sanitari della guardia medica. Solo per un caso fortuito, non è stato colpito il medico – una donna – che era di turno. La vetrata sarebbe, infatti, andata letteralmente in frantumi e alcuni cocci pare che abbiano raggiunto il sanitario che, però, per fortuna, è rimasto illeso.

E’ naturalmente scattato l’allarme e sul posto si sono precipitati i carabinieri della stazione cittadina. Tutto è accaduto domenica sera. La notizia è trapelata, però, soltanto ieri dal fitto riserbo investigativo.

I militari dell’Arma hanno, naturalmente, avviato le indagini per cercare di identificare l’autore del gesto. Categorico il silenzio. Appare però scontato – è routine ormai – che uno dei primi passaggi investigativi possa essere stato quello d’accertare se - nella Guardia medica stessa e poi in tutta la zona – vi siano o meno delle telecamere di video sorveglianza. Impianti pubblici o privati che potrebbero anche contribuire a dare un’accelerata all’attività investigativa.

Chi ha tirato quel grosso sasso e lo ha fatto contro la vetrata della Guardia medica, almeno fino ad ieri, era però ancora ignoto. C’è da capire, inoltre, se si è trattato di un atto vandalico o se, invece, è stato un gesto mirato. Un’ipotesi quest’ultima che sembrerebbe essere un po’ più remota, ma che, naturalmente, non può essere categoricamente esclusa. Verranno sentiti anche – è inevitabile che avvenga – tutti i medici che, ordinariamente, prestano servizio in quella struttura. E questo per appurare se vi siano stati o meno dei dissapori con qualche cittadino, con qualche paziente. Non viene comunque escluso – servirà del tempo per mettere dei punti fermi nelle indagini - che possa anche essersi trattato di un atto vandalico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento