Accesso ispettivo antimafia al Comune di Camastra, c'è la proroga per 3 mesi

Quando la commissione ultimerà il suo lavoro di verifica, la Prefettura invierà una relazione al Viminale e il ministro dell’Interno deciderà se portare o meno questa stessa relazione all'attenzione del Consiglio dei ministri per un eventuale scioglimento

Una veduta del Comune di Camastra

Prorogati i termini dell’accesso ispettivo antimafia al Comune di Camastra. La commissione, nominata dal ministero su sollecitazioni della Prefettura, resterà al lavoro per altri tre mesi. La proroga è stata disposta dal ministero dell’Interno ma sarà l’unica possibile perché la legge prevede un solo supplemento d’indagine. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia. La commissione, composta dal vice prefetto Elisa Vaccaro, dal vice capo della Squadra Mobile Vincenzo Di Piazza e dal colonnello della Guardia di Finanza Fabio Sava, sta cercando di accertare se vi siano o meno eventuali condizionamenti o infiltrazioni nella macchina amministrativa.

Quando la commissione ultimerà il suo lavoro di verifica, la Prefettura - secondo quanto previsto dalla legge - invierà una relazione al Viminale e sulla base della relazione il ministro dell’Interno deciderà se portare o meno questa stessa relazione all'attenzione del Consiglio dei ministri per un eventuale scioglimento per mafia.

All'accesso ispettivo al Comune di Camastra si è arrivati dopo l'operazione "Vultur" della Squadra Mobile e della Dda di Palermo. Il sindaco Angelo Cascià, che nel mese di giugno 2018 terminerà il suo mandato elettorale durato 5 anni, se non interverrà prima uno scioglimento per mafia dell’ente, si dice sereno. "Io ho sempre combattuto la mafia e negli atti amministrativi è tutto riscontrabile. In questi anni non è stato dato nemmeno un appalto o un consulenza perché l’ente è senza soldi e riesce a malapena a pagare i dipendenti". Cascià non ci sta a far passare l’immagine del suo paese, Camastra, come una comunità di gente omertosa e sottoposta ai mafiosi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

  • L'incidente di Canicattì, le ferite erano così gravi da uccidere la 35enne?

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento