rotate-mobile
Microcriminalità / Caltabellotta

Secondo colpo in pochi giorni: rubati cavi di rame, più case restano al buio

A denunciare il furto ai carabinieri, dopo aver raccolto le segnalazioni di blackout e aver fatto un sopralluogo mirato, sono stati i responsabili dell'Enel

Di nuovo a Caltabellotta. I "cacciatori" di "oro rosso" hanno colpito di nuovo nel piccolo paese, lasciando al buio numerose case di campagna e provocando un danno di oltre 4mila euro all'Enel.

"Cacciatori" di "oro rosso" di nuovo in azione: rubati 1.500 metri di cavi dell'Enel

Ad essere tranciati, raccolti e portati via sono stati, questa volta, 400 metri di cavi di rame, di proprietà dell'Enel appunto, in contrada Taja. A denunciare il furto, dopo aver raccolto le segnalazioni di blackout e aver effettuato un sopralluogo mirato nell'area di campagna, è stato un operaio della società. E i carabinieri hanno avviato le indagini per cercare di identificare la banda. Pochi, forse addirittura nessuno, i dubbi: a colpire dovrebbe essere sempre la stessa mano. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Secondo colpo in pochi giorni: rubati cavi di rame, più case restano al buio

AgrigentoNotizie è in caricamento