rotate-mobile
Criminalità / Caltabellotta

"Cacciatori" di "oro rosso" di nuovo in azione: rubati 1.500 metri di cavi dell'Enel

Danno da oltre 20mila euro per l'azienda che fornisce l'energia elettrica che ha già presentato denuncia, a carico di ignoti, alla stazione dei carabinieri

Sembra essere ripresa, e anche con una certa insistenza, la razzia dei cavi di rame. L'ultimo episodio, in ordine di tempo, ha riguardato le contrade Vigna Grande e Torre Rara di Caltabellotta da dove sono stati tranciati e portati via 1.500 metri di linea elettrica. Un danno di oltre 20.000 euro per l'Enel che ha già formalizzato denuncia alla locale stazione dei carabinieri.

In azione, quasi certamente, è entrata una banda. Impossibile ipotizzare l'opera di un "cacciatore" di rame solitario.

Il crescendo di colpi di "oro rosso", nell'Agrigentino, si sta registrando nel comprensorio Saccense, ma anche a Bivona e ad Alessandria della Rocca. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cacciatori" di "oro rosso" di nuovo in azione: rubati 1.500 metri di cavi dell'Enel

AgrigentoNotizie è in caricamento