Cronaca Villaggio Mosè / Viale Leonardo Sciascia

Villaggio Mosè, Firetto assicura: "Nessun centro d'accoglienza"

Il primo cittadino interviene sulla sua pagina Facebook: "La Prefettura riferisce di non averne cognizione. Noi saremmo totalmente contrari ad una ipotesi del genere"

Nessun centro d'accoglienza è previsto nel Villaggio Mosè. Lo assicura il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, sulla sua pagina Facebook. Da giorni, in città, circola la voce che il Grand hotel dei templi, ex Jolly, potrebbe essere trasformato in centro di accoglienza per migranti. Immediata la reazione dei residenti del quartiere agrigentino, i quali hanno anche annunciato l’avvio di una petizione popolare contro l’iniziativa

Oggi, per far cessare ogni allarmismo, interviene il sindaco Firetto, che sulla sua fanpage, chiarisce la posizione dell'amministrazione comunale e comunica che "in ordine ad ipotesi circolate in maniera incontrollata circa la realizzazione di un centro di accoglienza in un ex albergo al Villaggio Mosè, rendo noto che la Prefettura da noi contattata riferisce di non averne cognizione. Noi saremmo totalmente contrari ad una ipotesi di tal genere essendo per svariate ragioni incompatibile con i profili di destinazione altamente commerciale e ricettiva della zona di Villaggio Mosè".

Pochi giorni fa, anche il coordinatore provinciale di Noi con Salvini, Giuseppe Di Rosa, data la preoccupazione dei cittadini per la possibile apertura del centro d'accoglienza, non avendo notizie certe sulla vicenda, aveva ascoltato il proprietario della struttura, il quale aveva smentito la vicenda. Di Rosa aveva, però, chiesto all'amministrazione di deliberare il divieto di apertura di nuovi centri di accoglienza nelle zone a destinazione turistico-ricettiva e nei centri abitati. 

Sul caso si sono, subito, rincorse voci tra chi difende il Villaggio Mosè, chi chiede chiarezza sulla vicenda e chi smentisce totalmente la notizia, anche dopo un incontro con i proprietari della struttura turistica i quali, come aveva sottolineato giorni fa il consigliere Gerlando Gibilaro, "intendono rilanciarla nella sua destinazione turistica originaria”. 

Tante le reazioni degli agrigentini sulla fanpage del primo cittadino. C'è chi plaude alla notizia sottolineando che "sarebbe una follia autorizzare un centro a pochi metri dagli alberghi e dal palacongressi". Un altro utente domanda: "Ma perchè, che fastidio darebbe? A quali incompatibilità urbanistiche o sociali andrebbe incontro?", un'altra ancora applaude: "Bravo signor sindaco".

Da più parti, insomma, s'invita l'amministrazione a vigilare sul territorio, anche se, tra i commentatori, non mancano gli scettici: "Speriamo che non siano solo parole".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villaggio Mosè, Firetto assicura: "Nessun centro d'accoglienza"

AgrigentoNotizie è in caricamento