rotate-mobile
Cronaca

Scandalo Calcioscommesse, Laneri: "Nessuno tocchi l'Akragas"

"Calcioscommesse? C'è poco da dire, l'Akragas non c'entra nulla". A poche ore dallo scandalo, parla il general manager Antonello Laneri

"Calcioscommesse? C'è poco da dire, l'Akragas non c'entra nulla". A poche ore dallo scandalo, parla il general manager Antonello Laneri. Un velo di protezione sull'Akragas e le idee chiare. Nello scandalo scommesse è finito Sasà Astarita, ex difensore biancazzurro. Il match "incriminato" è quello tra l'Akragas e la Neapolis, partita finita in pareggio con espulsione del difensore campano. Laneri ricorda quel match: "Ricordo bene quella partita, noi siamo stati penalizzati. Abbiamo sofferto rimanendo in inferiorità numerica, ma poi siamo riusciti a riacciuffare il pareggio nel finale. Roberto Chiaria allo scadere pareggiò i conti, facendo conquistare un punto all'Akragas".

E su Sasà Astarita, ormai ex difensore dell'Akragas, Laneri dice così: "Se è tutto vero quello che abbiamo letto, di certo non sono cose che riguardano l'Akragas, ripeto noi siamo stati solo danneggiati in quella partita. Altri giocatori? Escludo categoricamente il coinvolgimento dei tesserati dell'Akragas, abbiamo vinto il campionato con merito e con onore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo Calcioscommesse, Laneri: "Nessuno tocchi l'Akragas"

AgrigentoNotizie è in caricamento