menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Cadono al mercato o per colpa di tombini, Comune trascinato in tribunale

Un ciclista è finito sul selciato lungo via Empedocle, l'altro cittadino è inciampato in una corda fissata a terra per sorreggere il tendone di un ambulante

Uno è caduto mentre percorreva la via Empedocle, in sella alla sua bicicletta, a causa di alcuni tombini. L’altro è invece inciampato, in piazza Ugo La Malfa, a causa di una corda ancora al suolo per sorreggere il tendone di un commerciante ambulante. Entrambi hanno citato, dinanzi al tribunale di Agrigento, palazzo dei Giganti. Entrambi chiedono cospicui risarcimenti danno. Soldi che però il Municipio non sembra essere intenzionato a pagare, tant’è che il sindaco, Franco Micciché, ha autorizzato – per entrambi i procedimenti – la costituzione in giudizio dell’ente.

L’incidente del ciclista in via Empedocle si è verificato il 24 maggio dello scorso anno. A causa della presenza dei tombini sulla carreggiata, l’agrigentino è finito sul selciato ed è rimasto seriamente ferito. Il sindaco della città dei Templi – per fare in modo che l’ente non venga ritenuto responsabile dell’incidente – ha già conferito l’incarico di difesa e rappresentanza all’avvocato Agata Vecchio, funzionario specialista del primo settore comunale. Una nomina che, naturalmente, “non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economica del Comune”.

Sempre nel 2020, ma il 17 gennaio, un agrigentino è inciampato a causa di una corda ancorata al suolo per sorreggere il tendone di un commerciante ambulante che aveva montato la propria bancarella per il mercatino settimanale di piazza Ugo La Malfa. Il Municipio è stato citato in giudizio, davanti ad uno dei giudici del palazzo di giustizia, affinché venga “riconosciuto responsabile del sinistro in quanto non avrebbe vigilato sul corretto posizionamento degli stands necessari agli ambulanti per lavorare”.

Anche in questo caso, il sindaco Franco Micciché ha autorizzato la costituzione in giudizio di palazzo dei Giganti ed ha incaricato il funzionario specialista avvocato Agata Vecchio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento