rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca

Il giallo del pensionato trovato morto in casa, la Procura "stoppa" i funerali

Il pm Elenia Manno, come chiesto dai legali dei suoi familiari, gli avvocati Alfonso Neri e Salvatore Pennica, dispone ulteriori accertamenti: si indaga per istigazione al suicidio

La Procura blocca i funerali del sessantasettenne A.C., ex impiegato comunale, originario di Porto Empedocle, trovato morto nella sua abitazione di via Nicone, alle spalle della via Manzoni, giovedì pomeriggio. Ci sono ancora dei dubbi da chiarire. In particolare, non convincono le ferite da arma da taglio presenti sul corpo dell’uomo.

Trovato il cadavere di un 67enne

Se fossero state autoinferte, probabilmente, sarebbero state meno superficiali e mirate. Invece, secondo quanto denunciato dai familiari che chiedono sia fatta chiarezza, sarebbero numerose e leggere, anche se sufficienti per provocare il dissanguamento, come se si fosse trattato di sevizie. 

Anche se non è stato ritenuto necessario disporre l’autopsia, il pubblico ministero Elenia Manno ha accolto le richieste dei difensori dei familiari, gli avvocati Alfonso Neri e Salvatore Pennica, che hanno sollecitato ulteriori accertamenti. Il magistrato della Procura, che ha aperto un fascicolo di inchiesta, a carico di ignoti, ipotizzando il reato di “istigazione o aiuto al suicidio”, ha innanzitutto revocato il nulla osta, precedentemente concesso, al seppellimento. I difensori dei familiari sono stati autorizzati ad eseguire un’ispezione cadaverica avvalendosi di un medico legale e di un fotografo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giallo del pensionato trovato morto in casa, la Procura "stoppa" i funerali

AgrigentoNotizie è in caricamento