rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca

"Lasciò il bus incustodito e con il motore acceso": confermato licenziamento di uno degli autisti Tua

Si tratta del consigliere comunale in carica Angelo Vaccarello: è tra i lavoratori - in una prima fase reintegrati - finiti in un'inchiesta per una presunta truffa ai danni della società di trasporto

Si allontanò dal bus  di 150 metri, lasciando il mezzo che era incaricato di condurre con "motore acceso e porte aperte" per circa 20 minuti, esponendo la società Tua al "concreto rischio che il bene aziendale potesse diventare oggetto (e/o strumento per il compimento) di atti illeciti ad opera di soggetti terzi".

E' questa una delle motivazioni in forza della quale la Corte d'Appello di Palermo, ribaltando una sentenza del Tribunale di Agrigento ha confermato la validità del licenziamento dell'autista Angelo Vaccarello (che è anche consigliere comunale) e che è tra gli indagati per "truffa continuata in concorso" in un'ampia vicenda connessa ai ticket di viaggio e non solo.

Sono ad oggi 7 i licenziamenti che la Corte d’Appello di Palermo ha ritenuto legittimi e che risalgono al 2017, quando il privato - in seguito all'attività svolta da un'agenzia investigativa privata, ha denunciato - dice una nota - "una serie di condotte, ritenute illecite, poste in essere da alcuni autisti. Fatti gravi tra i quali la vendita a  bordo di titoli di viaggio di tariffa A, che non possono essere venduti a bordo,  invece di quelli in loro dotazione di tariffa B e l’appropriazione di somme di denaro derivanti dalla vendita dei biglietti".  Nel luglio 2021 per i lavoratori licenziait è arrivato anche il rinvio a giudizio.

La Corte d’Appello, adesso, ha ritenuto fondate le tesi avanzate dagli avvocati della Tua, e, dopo avere acquisito le testimonianze dell’investigatore privato (che sono stati considerate legittime) ha confermato la legittimità da parte dell'azienda a disporre il licenziamento per comportamenti  che, erano “una prassi sistematica” per gli autisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lasciò il bus incustodito e con il motore acceso": confermato licenziamento di uno degli autisti Tua

AgrigentoNotizie è in caricamento