Tagliati 200 alberi d'ulivo: bracciante agricolo nel "mirino", aperta inchiesta

Il maxi danneggiamento, che ha provocato danni per oltre 5 mila euro, è stato denunciato all’Arma dei carabinieri che ha subito avviato le indagini

(foto archivio)

Tagliati, praticamente rasi al suolo, 200 alberi di ulivo. E’ un bracciante agricolo di 43 anni ad essere finito nel mirino di quello che sembrerebbe essere un avvertimento. Il maxi danneggiamento, che ha provocato danni per oltre 5 mila euro, è stato denunciato all’Arma dei carabinieri che ha subito avviato le indagini.

Tutto è accaduto sull’appezzamento di terreno di proprietà del bracciante agricolo, in contrada Torrisi a Burgio. L’intimidazione è stata realizzata fra il 19 e il 23 settembre, arco di tempo durante il quale il quarantatreenne non s’è recato sul suo appezzamento di terreno. Il danno, decisamente importante, non è risultato essere coperto da polizza assicurativa.

L’attività investigativa non sarà semplice perché, a quanto pare, i delinquenti non si sarebbero lasciati tracce dietro le spalle. Non è detto, però, che i carabinieri non riescano a recuperare degli indizi per arrivare a sospettare di qualcuno. Fitto, anzi categorico, il riserbo investigativo in questa fase.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento