menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Comune di Agrigento

Il Comune di Agrigento

Bonus socio sanitario in ritardo, familiari dei disabili in agitazione

L'intervento dell'assessore Gerlando Riolo sulla vicenda e sulla recente polemica. Il problema però, stavolta, sembra essere legato a un ritardo nei trasferimenti regionali

Sono sul "piede di guerra" i familiari degli aventi diritto al bonus socio sanitario che aspettano ancora l'erogazione per l'anno appena trascorso. Nonostante le rassicurazioni dell'assessore Gerlando Riolo, che lo scorso dicembre era intervenuto fissando alla metà di questo mese l'inizio dei pagamenti, nulla ancora si è mosso nella direzione sperata dalle circa 100 famiglie del capoluogo.

Il problema però, stavolta, sembra essere legato a un ritardo nei trasferimenti regionali. Si tratta di 800 euro circa per ciascuno dei 281 disabili degli undici centri del Distretto socio sanitario, di cui 91 soltanto per Agrigento, che è comune capofila.

"Siamo stati negli uffici del Comune - ha detto Giuseppe Zerillo, portavoce dell'associazione dei familiari dei disabili gravi agrigentini - e non abbiamo avuto notizie positive nè dai Srrvizi sociali, nè dall'ufficio Ragioneria. Qualcuno di noi è andato a chiedere anche alla Tesoreria comunale, e anche qui ci hanno detto che non se ne parla. Ci chiediamo se ogni anno è possibile che questa storia si ripeta sempre allo stesso modo, con ritardi e intoppi della burocrazia. Chiediamo un pronto intervento di chi di dovere, perchè noi sappiamo che i soldi ci sono, e non capiamo perchè non vengano erogati. Vorremmo che stavolta si risolvesse tutto senza il bisogno di azioni di protesta da parte nostra", ha concluso Zerillo.

Per l'assessore alla Solidarietà sociale, invece, le somme necessarie non sono ancora state trasferite al Distretto socio sanitario, ma sarebbe questione di giorni. "L'Ente ha tutta la documentazione in regola, l'iter burocratico è definito, ma il dirigente dell'ufficio Ragioneria mi ha comunicato che non abbiamo ancora ricevuto i soldi dalla Regione - ha detto Riolo -. Siamo certi che la situazione si risolverà per il meglio nel giro di poco, chiediamo un pò di pazienza perchè non dipende da noi, ma siamo vigili su queste problematiche".

L'amministratore agrigentino ha poi voluto parlare anche della situazione dei disabili gravissimi (211 gli aventi diritto, di cui 56 agrigentini) per i quali è stato stanziato circa 1 milione di euro. "Colgo l'occasione per evidenziare che, nonostante la recente polemica sorta, il Comune di Agrigento si è battuto perchè venissero dati come contributo non voucher ma 'liquidi' - ha detto ancora Riolo - anche per compensare le spese già sostenute. Avevamo sposato in pieno la proposta delle famiglie e preso posizione a favore durante la votazione del Comitato dei sindaci del Distretto, trovandoci però in minoranza netta. Vorrei porre all'attenzione di questi concittadini, con i quali siamo pienamente solidali, che siamo sempre in prima linea per porre in essere queste misure, importanti anche da un punto di vista dei servizi, e che si tratta di un impegno enorme per gli uffici che lavorano con costanza", ha concluso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento