rotate-mobile
Cronaca

Operazione "Fruit and drug": Bruno Falzone lascia il carcere e va ai domiciliari

L'uomo era stato arrestato l’8 novembre scorso insieme ad altre 16 persone nell’ambito...

Il Tribunale del Riesame di Palermo, accogliendo le richieste dell’Avvocato Anna Americo, ha sostituito la misura della custodia cautelare in carcere con gli arresti domiciliari a Bruno Falzone, 40 anni, di Canicattì, arrestato dai militari della Guardia di finanza della Tenenza di Licata l’8 novembre scorso insieme ad altre 16 persone nell’ambito dell’operazione denominata “Fruit  and Drug”, che ha portato in carcere diversi spacciatori dell’Agrigentino.

L’ordinanza è stata emessa dal Gip del Tribunale di Agrigento, Alberto Davico, su richiesta della Procura della Repubblica di Agrigento a seguito di numerose intercettazioni, pedinamenti ed arresti in flagranza. Al centro dell’inchiesta un vasto giro di cocaina e eroina tra Licata, Campobello di Licata, Ravanusa e Camastra ed anche la morte per overdose di eroina di uno dei clienti di uno degli indagati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Fruit and drug": Bruno Falzone lascia il carcere e va ai domiciliari

AgrigentoNotizie è in caricamento