rotate-mobile
Aperta inchiesta / Licata

L'incendio di due auto a Licata, ritrovata e sequestrata la bottiglia con benzina

Delle indagini, per identificare chi ha appiccato la scintilla iniziale, si stanno occupando i carabinieri

Di dubbi non ce n'erano. Il rinvenimento e il sequestro di una bottiglia di plastica, con all'interno un po' di liquido infiammabile, ha dato la certezze categorica: l'incendio che ha devastato la Bmw X4 di proprietà di un bracciante agricolo trentunenne e che si è esteso alla Fiat Panda di una donna ventisettenne, è doloso. 

Incendiata auto di 31enne a Licata, le fiamme danneggiano anche una seconda vettura

A ritrovare, per terra, la bottiglia di plastica sono stati i vigili del fuoco del distaccamento di Licata, subito intervenuti non appena è stato raccolto l'allarme. A sequestrare il contenitore sono stati invece i carabinieri che si stanno adesso occupando dell'attività investigativa indirizzata ad identificare chi ha appiccato la scintilla iniziale. E' stata informata, come procedura esige, la Procura della Repubblica di Agrigento ed è stato aperto un fascicolo d'inchiesta al momento a carico di ignoti. 

Scontato, ma non filtrano indiscrezioni al riguardo, che i carabinieri abbiano già ascoltato il proprietario della Bmw. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incendio di due auto a Licata, ritrovata e sequestrata la bottiglia con benzina

AgrigentoNotizie è in caricamento