rotate-mobile
L'intervento / Canicattì

Brucia l'auto di un ventitreenne, dell'Alfa non resta che un ammasso di lamiere: aperte inchiesta

Delle indagini, già avviate durante la notte, si stanno occupando i poliziotti del commissariato cittadino. Non è chiaro, non risultava esserlo ieri, cosa possa aver innescato la scintilla iniziale

Dell’Alfa Romeo 147 non è rimasto praticamente nulla, se non una montagna di detriti puzzolenti. A cercare di salvare l’autovettura, idranti alla mano, sono stati i vigili del fuoco del distaccamento di Canicattì. Le spaventose fiamme da cui era avvolta l’auto hanno però inghiottito ogni cosa.

Delle indagini, già avviate durante la notte, si stanno occupando i poliziotti del commissariato cittadino. Non è chiaro, non risultava esserlo ieri, cosa possa aver innescato la scintilla iniziale. Notte di fuoco, quella registratasi in via Di Naro, a Canicattì dove è, appunto, andata distrutta la macchina di un romeno ventitreenne, formalmente residente nella vicina Delia. I poliziotti, in attesa che i pompieri depositino la perizia sulle cause dell’incendio, hanno sentito sia il proprietario dell’autovettura che i residenti della zona. Il tutto, naturalmente, per cercare di mettere dei punti fermi e stabilire se il proprietario della macchina avesse o meno dei sospetti e se sono state notate, o meno, strane, inusuali, forse anche sospette, presenze nella zona. Nessuna indiscrezione filtra comunque dagli ambienti investigativi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia l'auto di un ventitreenne, dell'Alfa non resta che un ammasso di lamiere: aperte inchiesta

AgrigentoNotizie è in caricamento