rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Indagini / Canicattì

Brucia l'auto di un bracciante agricolo: cause non chiare, aperta un'inchiesta

Servirà del tempo, affinché l’attività investigativa dei poliziotti del commissariato cittadino progredisca, per fare chiarezza e stabilire cosa effettivamente abbia innescato l’incendio della Renault Laguna di proprietà di un trentacinquenne

Le cause delle fiamme non sono chiare. L’ipotesi investigativa privilegiata, come sempre avviene in questi casi, è quella dolosa. Ma non ci sono, non essendo state trovate tracce di liquido infiammabile o taniche sospette, delle certezze categoriche. Servirà del tempo, affinché l’attività investigativa dei poliziotti del commissariato cittadino progredisca, per fare chiarezza e stabilire cosa effettivamente abbia innescato l’incendio della Renault Laguna di proprietà di un trentacinquenne albanese da tempo residente a Canicattì.

L’autovettura del bracciante agricolo era stata lasciata posteggiata, forse come sempre, in via Julia. All’improvviso, durante la notte, è divampato l’incendio. Sul posto, una volta acquisito l’Sos, si sono portati i vigili del fuoco del distaccamento cittadino e i poliziotti del locale commissariato. I primi, idranti alla mano, hanno cercato di salvare il salvabile, ma non c’è stato molto da fare per la Renault Laguna che è stata pesantemente danneggiata. Al lavoro, appunto, anche i poliziotti che si sono occupati del sopralluogo di rito per cercare di recuperare, qualora presenti, eventuali tracce o indizi. Non sono state rinvenute né taniche o bottiglie sospette, né inneschi vari. Ecco perché, ieri, si parlava ufficialmente di “cause in corso d’accertamento”. Il danno provocato al bracciante agricolo trentacinquenne non è stato ancora quantificato nell’esatto ammontare. I poliziotti, come sempre, naturalmente, hanno avvisato il sostituto procuratore di turno di Agrigento e si stanno occupando delle indagini. Appare scontato che uno dei primi passi investigativi mossi sia stato la verifica della presenza di eventuali impianti di videosorveglianza pubblici o privati posti nella zona dove è divampato il rogo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia l'auto di un bracciante agricolo: cause non chiare, aperta un'inchiesta

AgrigentoNotizie è in caricamento