menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto archivio

foto archivio

Brucia l'auto di un pensionato, i carabinieri avviano le indagini

Non è chiaro cosa abbia fatto innescare la scintilla iniziale del rogo che ha devastato la Golf del sessantaseienne

Brucia l’auto, una Volkswagen Golf, di proprietà di un pensionato di 66 anni. E’ accaduto nella notte fra martedì e ieri, in via Fratelli Bandiera a Ravanusa. Per spegnere l’incendio, sul posto si sono precipitati – era l’una e mezza circa – i vigili del fuoco del vicino distaccamento di Canicattì. Delle indagini si stanno invece occupando i carabinieri della stazione cittadina, coordinati dal comando compagnia di Licata.
Le cause delle fiamme non sono risultate essere chiare. Non in primissima battuta insomma, ossia durante il sopralluogo – effettuato dai pompieri e dai militari dell’Arma – che è seguito alle operazioni di spegnimento dell’incendio. Operazioni che si sono concluse alle tre circa. Accanto all’utilitaria non sarebbero state trovate tracce di liquido infiammabile, né taniche o bottiglie sospette. Elementi questi ultimi che consentirebbero agli investigatori di poter parlare, fin da subito, di un incendio dalla matrice dolosa. Mancando questi indizi, dunque, ieri mattina, i carabinieri del comando provinciale di Agrigento parlavano di “cause ancora in corso d’accertamento”. 
Sembra scontato, come sempre avviene in casi del genere, che servirà del tempo – in attesa anche della perizia tecnica dei vigili del fuoco – per fare chiarezza su cosa abbia effettivamente innescato la scintilla iniziale. Nessuna ipotesi investigativa, ieri, veniva esclusa dai militari dell’Arma: né quella dolosa e nemmeno quella accidentale. 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento