rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Indagini / Canicattì

Brucia l'auto di un commerciante e il fuoco devasta altre due vetture: nuova notte di fuoco

Nonostante i militari dell’Arma si siano subito occupati del sopralluogo, alla ricerca di bottiglie o taniche contenenti liquido infiammabile o inneschi vari, nulla è stato rinvenuto nei pressi della Golf Volkswagen

Divampa l’incendio su una Golf Volkswagen, di proprietà di un commerciante ambulante, e le fiamme si estendono e danneggiano anche la Fiat Panda e la Renault Scenic che erano posteggiate a pochi passi. E’ stata una nuova notte di fuoco, quella fra domenica e ieri, in via Amerigo Vespucci a Canicattì. A domare il maxi rogo sono stati i vigili del fuoco del distaccamento cittadino che hanno raccolto – alla sala operativa del comando provinciale di Agrigento – l’Sos giunto alle 4 circa. Sul posto, per avviare le indagini, anche i carabinieri. Le cause della scintilla iniziale non sono chiare. Nonostante i militari dell’Arma si siano subito occupati del sopralluogo di rito, alla ricerca di bottiglie o taniche contenenti liquido infiammabile o inneschi vari, nulla è stato rinvenuto nei pressi della Golf Volkswagen. Ieri, si parlava infatti di “cause ancora in corso d’accertamento”. Appare scontato che l’ipotesi investigativa privilegiata – senza però escludere la possibilità delle altre – sia quella del rogo doloso. Ma servirà del tempo ed occorrerà, soprattutto, che i vigili del fuoco si pronuncino nella loro perizia.

La Golf Volkswagen, di proprietà del venditore ambulante: un canicattinese quarantaseienne, era stata lasciata posteggiata, forse come sempre, in via Amerigo Vespucci. Poco prima dell’alba appunto, le fiamme l’hanno avvolta. Qualcuno si è accorto di quello che stava accadendo e subito ha lanciato l’allarme. Sul posto, in una manciata di minuti si sono recati sia i carabinieri della locale compagnia che i vigili del fuoco. Il fuoco si era però, nel frattempo, propagato anche alle altre due autovetture posteggiate accanto: una Fiat Panda e una Renault Scenic intestate a residenti della zona. Entrambe le due utilitarie sono state, alla fine, pesantemente danneggiate. Mentre l’autovettura del commerciante ambulante di Canicattì è stata letteralmente devastata. Appare scontato – nonostante manchino le conferme istituzionali – che i carabinieri abbiano già ascoltato il quarantaseienne. Audizioni di routine, nell’ambito dell’attività investigativa, per capire se l’ambulante possa o meno avere dei sospetti o se, nel recente passato, ha avuto o meno diatribe o liti con qualcuno.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia l'auto di un commerciante e il fuoco devasta altre due vetture: nuova notte di fuoco

AgrigentoNotizie è in caricamento