rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Polizia / Canicattì

Brucia l'auto di un bracciante agricolo, aperta inchiesta sulla natura del rogo

Il sessantenne è stato già sentito per capire se avesse, o meno, dei sospetti

Alfa Romeo 147 aggredita e danneggiata, anche pesantemente, dalle fiamme. E’ accaduto nella notte fra lunedì e ieri in via Amerigo Vespucci a Canicattì dove sono accorsi i vigili del fuoco del distaccamento cittadino e gli agenti del commissariato di polizia. Le cause del rogo non sono risultate essere chiare: nei pressi dell’autovettura non sono state infatti rinvenute bottiglie o taniche sospette, né elementi per poter parlare fin da subito di una matrice dolosa. Ieri, pompieri e investigatori parlavano infatti di “cause ancora in corso d’accertamento”.

L’Alfa Romeo 147 è risultata essere di proprietà di un bracciante agricolo, noto alle forze dell’ordine, sessantenne. Un uomo che è stato, naturalmente, subito sentito dai poliziotti che stanno cercando di capire cosa effettivamente abbia innescato la scintilla iniziale. Come procedura investigativa esige, gli agenti cercheranno di capire se il bracciante agricolo possa avere, o meno, dei sospetti su qualcuno o se abbia avuto, o meno, dei dissidi o dei problemi con qualcuno. Non filtrano indiscrezioni sull’attività investigativa dei poliziotti del commissariato di Canicattì. Appare scontato comunque – visto che tutto rientra nell’ormai consolidata procedura investigativa iniziale – che i poliziotti abbiano verificato l’eventuale presenza di telecamere di videosorveglianza tanto lungo via Vespucci, quanto in tutta la zona circostante. Il danno provocato al sessantenne canicattinese, ieri, non risultava essere stato ancora quantificato nell’esatto ammontare. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia l'auto di un bracciante agricolo, aperta inchiesta sulla natura del rogo

AgrigentoNotizie è in caricamento