Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

La Mercedes, guidata da Janis Turco, ha terminato la sua corsa ribaltandosi su un fianco, completamente distrutta. La ragazza era nipote del giudice Luisa Turco

La vittima Janis Turco

Ventinovenne di Ravanusa perde la vita, a causa di un incidente stradale, verificatosi sulla strada statale 617 Bronese, nel tratto fra il cimitero di Broni (in provincia di Pavia) e il cavalcavia della A21. La vittima si chiama Janis Turco, era appunto originaria di Ravanusa, e viveva a Cura Carpignano. La ragazza, figlia di un bravissimo medico già deceduto, era nipote del giudice Luisa Turco. 

Secondo le prime ricostruzioni - che dovranno essere confermate - la 29enne sarebbe stata alla guida della Mercedes che era diretta verso Broni e Stradella. Dall’opposta direzione di marcia arrivava invece una Bmw. L'impatto sarebbe stato frontale. La Mercedes ha terminato la sua corsa ribaltata su un fianco, completamente distrutta, mentre la Bmw è finita al centro della carreggiata.

Per Janis Turco non c’è stato nulla da fare. L’altra persona a bordo della Mercedes, il 28enne fidanzato della vittima, è stato trasportato al Policlinico San Matteo di Pavia: la prognosi è di una decina di giorni. La coppia a bordo della Bmw sono rimasti feriti in maniera lieve.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

  • Il nuovo Dpcm 3 dicembre, cosa si può fare e non fare: tutte le regole di Natale 2020 (e i metodi per "aggirarle")

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento