rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca Licata

Licata, Brandara a Rfi: "Concedete ad associazioni i locali ferroviari"

"Se Rete Ferroviaria italiana non è in grado di presenziare l'impianto, e di preservarlo, una buona idea potrebbe essere la concessione gratuita di alcuni locali ad associazioni del luogo che, oltre alla guardiania, potrebbero garantire la pulizia e il decoro della stazione" dice il commissario straordinario

"L'incendio dello scorso 6 gennaio che ha gravemente danneggiato il fabbricato principale della stazione ferroviaria di Licata non può e non deve passare inosservato: invitiamo Rete Ferroviaria Italiana a valorizzare la storica stazione cittadina e a programmare, con l'ausilio delle istituzioni cittadine, il rilancio del sito".

A parlare è Mariagrazia Brandara, commissario straordinario del comune di Licata in riferimento all'incidente che ha parzialmente danneggiato il fabbricato viaggiatori della stazione ferroviaria cittadina, ad oggi chiusa per lavori di manutenzione lungo la tratta "Canicattì - Gela".

"Siamo a conoscenza del fatto che Rfi sta procedendo al ripristino della circolazione ferroviaria tra Canicattì, Licata e Gela - ha detto Brandara - e il ritorno dei treni è previsto per il prossimo mese di giugno quando termineranno alcuni lavori di potenziamento infrastrutturale che , finalmente, renderanno più competitiva la ferrovia dopo anni di richieste.

Tuttavia è necessario anche salvaguardare la stazione della città di Licata, fabbricato secolare che custodisce la memoria storica della città. Se è vero, da un lato, che le moderne tecnologie oggi consentono alle ferrovie di non presenziare più gli impianti ferroviari, dall'altro è comunque necessario impedire il decadimento degli stessi.

La stazione di Licata negli ultimi anni è diventata ricettacolo di attività illegali e, dopo i gravi fatti del 6 gennaio scorso, occorre intervenire energicamente per invertire questo processo di degrado.
Se Rete Ferroviaria italiana non è in grado di presenziare l'impianto, e di preservarlo, una buona idea potrebbe essere la concessione gratuita di alcuni locali ad associazioni del luogo che, oltre alla guardiania,

potrebbero garantire la pulizia e il decoro della stazione. Ho notizia di numerose richieste avanzate da associazioni di volontariato e auspico che i dirigenti di Rfi possano accoglierle al più presto, al fine di evitare nuovi incidenti. Al contempo mi auguro che Rfi proceda al ripristino dei luoghi attraverso il rifacimento del tetto della stazione di Licata, uno dei simboli più importanti della città", conclude Mariagrazia Brandara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licata, Brandara a Rfi: "Concedete ad associazioni i locali ferroviari"

AgrigentoNotizie è in caricamento