Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Bracconieri in trasferta "beccati" a Siculiana

Ritrovati richiami per caccia di frodo, poui sequestrati insieme alla selvaggina

Continua la azione di repressione dell’odioso fenomeno del bracconaggio, in questo periodo in danno di avifauna migratoria, in questo caso ad opera di bracconieri del nord Italia che fanno incetta di piccoli uccelli con cui spesso rifornire ristoratori. Il personale del Corpo Forestale, Nucleo Operativo di Agrigento, in servizio mirato per il controllo della attività antibracconaggio nei pressi di Siculiana, udiva dei richiami per caccia di frodo alle allodole.

Avvicinati alla zona, gli operatori della Forestale hanno ritrovato i richiami vietati e tre uomini in atteggiamento di caccia, hanno proceduto alla identificazione e al sequestro della selvaggina, delle armi e dei richiami.

I tre, M.B., M.G. e C.P., sono nati e residenti nel Vicentino, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di esercizio della caccia con richiami vietati. Sono in corso accertamenti per verificare la lecita detenzione delle armi e di eventuali basisti locali.



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bracconieri in trasferta "beccati" a Siculiana
AgrigentoNotizie è in caricamento