menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Questura di Agrigento dove ha sede la Squadra Mobile che ha eseguito l'ordinanza

La Questura di Agrigento dove ha sede la Squadra Mobile che ha eseguito l'ordinanza

"Braccianti stranieri schiavizzati", arrestata una ucraina di 28 anni

La Squadra Mobile ha eseguito un'ordinanza, della Procura, che dispone la misura degli arresti domiciliari

Arresti domiciliari per Inna Kozak, 28 anni, ucraina, indagata nell'ambito dell'operazione "Ponos", inchiesta dei carabinieri che - all'inizio di novembre del 2019 - fece emergere un'associazione per delinquere finalizzata alla illecita intermediazione e allo sfruttamento del lavoro, nonché violazioni delle disposizioni contro l’immigrazione clandestina. Ad eseguire l'ordinanza che dispone la misura degli arresti domiciliari - emessa dalla Procura della Repubblica di Agrigento - sono stati, nelle ultime ore, i poliziotti della Squadra Mobile. La ventottene ucraina è stata, infatti, arrestata e posta ai domiciliari. 

Reclutati per lavorare nei campi a 3 euro l'ora, ma l'organizzazione guadagnava 1 milione a stagione: 8 i fermi

Braccianti stranieri schiavizzati in campagna per pochi euro: sei condanne

Lo scorso ottobre, il gup del tribunale di Palermo, Rosario Di Gioia, ha condannato sei degli imputati dell'inchiesta "Ponos", un'indagine che fece emergere uno squarciato davvero inquietante: braccianti stranieri sfruttati in campagna per 3 euro all'ora, costretti a lavorare in condizioni disumane e senza fermarsi. Le accuse contestate furono: associazione a delinquere, sfruttamento del lavoro, favoreggiamento e sfruttamento dell'immigrazione clandestina. Il processo si è celebrato a Palermo dopo il conflitto di competenza sollevata dalla Procura di Palermo contro quella di Agrigento che avviò le indagini. La procura generale decise di affidare il procedimento ai magistrati del distretto in base al principio della "competenza per materia". L'indagine ha accertato anche il caso dell'aborto di una donna costretta  a lavorare in condizioni disumane e senza fermarsi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento