menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il boss Gerlandino Messina mentre lascia la caserma di Villaseta subito dopo il suo arresto

Il boss Gerlandino Messina mentre lascia la caserma di Villaseta subito dopo il suo arresto

"Ha ancora una forte posizione in Cosa Nostra", Gerlandino Messina resta al 41 bis

Sei anni dopo la cattura del boss di Porto Empedocle, in via Stati Uniti a Favara, nulla sarebbe, dunque, cambiato. Il provvedimento potrà essere impugnato dal difensore Salvatore Pennica

"Non ha mutato ruolo e posizione all'interno dell'organizzazione Cosa Nostra". Prorogato il regime carcerario del 41 bis al boss Gerlandino Messina. A farlo, dopo aver acquisito i pareri della Dda e della Procura nazionale, è stato il ministro della Giustizia Andrea Orlando. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia.

Sei anni dopo la sua cattura in via Stati Uniti a Favara - era il 23 ottobre del 2010 - nulla sarebbe, dunque, cambiato. Il provvedimento potrà, naturalmente, essere impugnato dal difensore: l'avvocato Salvatore Pennica.

"Non si sono verificate sopravvenienze da cui desumere - si legge nel provvedimento - un mutamento del ruolo e della posizione del detenuto all'interno dell'organizzazione, né lo stesso ha operato condotte che si sono poste in conflitto con la sua appartenenza all'organizzazione”. E poi: ”Il decorso del tempo trascorso in detenzione non ha mutato il ruolo e la funzione del soggetto all'interno dell'organizzazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento