Boss "stoppò" ditta agrigentina da un appalto, assolto un favarese

L'uomo, che si chiama Gerlando Schembri, è un segretario generale di diversi comuni del Palermitano

Un imprenditore di San Giovanni Gemini avrebbe fatto un passo indietro, cioè rinunciare ad una gara d’appalto vinta, per lasciare spazio alla ditta di una presunta figlia di un boss. L’imprenditore agrigentino si costituì parte civile chiedendo il risarcimento danni. L’appalto riguardava uno scuolabus a Castronovo di Sicilia, nel Palermitano.

L’uomo, ha chiesto ed ottenuto il risarcimento danni di 20mila euro. Tra gli imputati del processo anche un favrese, ovvero Gerlando Schembri.

L’uomo, segretario generale di alcuni comuni del Palermitano, è stato assolto. Condannato dal Gup di Palermo, Roberto Riggio, il boss Antonino Biancorosso. L’uomo di Lercara Friddi dovrà scontare sette anni di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento