menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il progetto del Borgo Scala dei Turchi

Il progetto del Borgo Scala dei Turchi

Villaggio dei vip alla Scala dei Turchi, il perito scrive al gup: "Non sono incompatibile"

Il docente di urbanistica Paolo La Greca replica al pm Antonella Pandolfi: "Non ho mai votato la bocciatura del piano"

“La questione relativa al piano di lottizzazione della Scala dei Turchi è stata trattata in due distinte sedute, quella del 19 febbraio del 2014, insieme ad altri sedici punti, e quella del 27 marzo. Io ho partecipato alla prima, dove un componente della commissione ha letto la relazione, ma non alla seconda in cui si è votato l'approvazione”.

Il docente di urbanistica Paolo La Greca prende carta e penna e scrive al giudice Francesco Provenzano per difendere il suo operato e rispondere al pm Antonella Pandolfi che, all’udienza precedente, lo aveva sconfessato sostenendo che fosse incompatibile e che si fosse già occupato della vicenda arrivando persino a una conclusione opposta.

Il pm sconfessa uno dei periti del giudice

"La perizia non può essere utilizzata perchè il professore La Greca, che l'ha redatta insieme ad altri due tecnici nominati dal giudice, faceva parte del consiglio regionale che bocciò l'approvazione del piano. La sua condizione è di totale incompatibilità visto che, peraltro, nella perizia adesso arriva a una conclusione opposta". Queste le parole del pm Antonella Pandolfi, pronunciate lo scorso 21 dicembre, all’ultima udienza del processo per le presunte irregolarità nella realizzazione del progetto del Borgo della Scala dei Turchi, il villaggio dei vip in prossimità della scogliera di marna bloccato in corso di costruzione da un'inchiesta della Procura che ipotizza sia stato lottizzato abusivamente.

Il gup Francesco Provenzano, davanti al quale è in corso l'udienza preliminare a carico di dodici imputati, fra funzionari del Comune di Realmonte, della Sovrintendenza e responsabili dell'impresa che lo stava realizzando, aveva deciso di nominare un collegio di periti per verificare l'operato della Procura. Secondo i periti il piano di lottizzazione, contrariamente a quanto dice il consulente del pm, sarebbe corretto. Vi sarebbero comunque, anche secondo la relazione dei periti, delle irregolarità legate alla distanza dalla battigia e delle violazioni delle altezze dei manufatti. Quando si attendevano le conclusioni del pm all’udienza preliminare è arrivato, invece, il colpo di scena. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento