rotate-mobile
Cronaca

Bonus idrico in arrivo, agevolazioni per oltre 160mila euro

Riaperti i termini per presentare le istanze ed è stato disposto che il limite massimo per richiedere il contributo non dovrà essere superiore a 7.500 euro di Isee

L'Ati Ag9 ha assegnato, per gli anni 2014/2015, la somma di 160.676,18 euro a valere sui consumi idrici del 2017. Si tratta della somma che - su direttiva dell'assessore alla Coesione sociale - potrà essere utilizzata per gli utenti: intestatari di utenza residenziale domestica in regola con i pagamenti delle bollette, ma anche per chi è in condizione di bisogno al fine di sanare la loro morosità. Fondi - il "Bonus idrico" - che potranno, dunque, essere utilizzati anche per la copertura degli oneri di riattivazione delle utenze sospese e degli oneri di riallacciamento. Sono stati, dunque, riaperti i termini per presentare le istanze ed è stato disposto che il limite massimo per richiedere il contributo non dovrà essere superiore a 7.500 euro di Isee. A deliberarlo - si tratta, appunto, del cosiddetto "Bonus idrico" - è stata la giunta municipale di Agrigento, con in testa il sindaco Lillo Firetto.

Già lo scorso giugno, la società Girgenti Acque aveva comunicato al Comune di Agrigento le economie derivanti dal mancato utilizzo delle somme assegnate ai Comuni dell'ambito idrico e non riconosciute agli utenti. L'agevolazione tariffaria è quella del Foni. Poi, l'Ati Ag 9 ha comunicato l'assegnazione relativa agli anni 2014/2015 di 160.676,18 euro. E negli ultimi giorni l'assemblea territoriale idrica Ag 9 ha autorizzato l'uso del Foni 2014/2015 per le bollette dell'anno in corso e anche per la copertura degli oneri di riattivazione di utenze sospese e degli oneri di riallacciamento. Il dirigente del primo settore di palazzo dei Giganti, Antonino Insalaco, ha, dunque, proposto - e l'Esecutivo di Firetto ha deliberato - di stabilire in 7.500 euro il limite massimo Isee per richiedere il contributo e di riconoscere, per ciascun avente diritto, un bonus massimo di 250 euro.

"Il bonus idrico si configura come una agevolazione tariffaria utenza residenziale domestica per le famiglie che versano in condizioni economiche disagiate - ha scritto, nell'avviso pubblico, il sindaco Lillo Firetto - . I cittadini interessati potranno presentare istanza, che dovrà essere prodotta dall'intestatario dell'utenza idrica, su apposito modello che è scaricabile dal sito ufficiale del Comune o reperibile negli uffici di Servizio sociale, entro e non oltre il 28 febbraio. Potranno presentare istanza sia coloro - ribadisce il sindaco nell'avviso pubblico - che sono in regola con il pagamento dell'utenza idrica, sia coloro che non lo sono, purché però il loro reddito non superi 7.500 euro di Isee valido per il 2018. Le somme - garantisce, infine, Firetto - saranno utilizzate anche per la copertura degli oneri di riattivazione delle utenze sospese e degli oneri di riallacciamento, nonché a copertura delle bollette insolute relativamente ad utenti non abbienti. A tutte queste persone - conclude l'avviso di Firetto - sarà riconosciuto un bonus di 250 euro massimo". L'istanza dovrà essere corredata dall'attestazione Isee, della fotocopia della bolletta idrica, della fotocopia del documento di identità. I nominativi dei richiedenti saranno comunicati con un apposito elenco alla Girgenti Acque per beneficiare della riduzione nella bolletta dell'utenza idrica sino ad esaurimento delle risorse assegnate.

Nel maggio del 2016, il bonus idrico da assegnare ad ogni intestatario di utenza residenziale domestica - e furono 250 a far pervenire istanza a palazzo dei Giganti - fu stabilito in 300 euro. Il consorzio di ambito Agrigento servizio idrico aveva, allora, fatto sapere ai dirigenti di palazzo dei Giganti che l'aliquota "FoNi" anno 2015 - prevista per i residenti ad Agrigento - era di 164.751,85 euro. Una aliquota determinata in base al numero dei cittadini residenti al censimento Istat del 2011.

L'aliquota "FoNi" è una sorta di contributo che deve essere usato per interventi a vantaggio della collettività. E i fondi spettanti ad Agrigento verranno utilizzati per concedere il bonus idrico alle famiglie meno abbienti, concretizzando una agevolazione tariffaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus idrico in arrivo, agevolazioni per oltre 160mila euro

AgrigentoNotizie è in caricamento