rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
I retroscena / Villaseta

"Tenevano gli animali con le zampe legate per impedirne i movimenti", scattano anche due denunce

Il 56enne e il 65enne sono stati ritenuti responsabili di maltrattamento di animali e detenzione di animali in condizioni di incompatibilità naturale producendone sofferenze

Sono due - un agrigentino e un favarese - le persone denunciate alla Procura di Agrigento, a margine del controllo a tappetto effettuato a carico di tutti gli ambulanti presenti al mercatino degli animali, di domenica scorsa, a Villaseta. I due, entrambi nullafacenti, rispettivamente di 56 e 65 anni, sono stati ritenuti responsabili di maltrattamento di animali e detenzione di animali in condizioni di incompatibilità naturale producendone sofferenze. Di fatto, il controllo - fatto in via De Cosmi, a Villaseta appunto, - dei carabinieri delle stazioni di Villaseta e Porto Empedocle, assieme al nucleo Cites di Palermo, ha permesso d'accertare che l'agrigentino e il favarese detenevano numerosi animali con le zampe legate, per impedirne i movimenti. 

"Vendevano animali selvatici protetti": scatta blitz a Villaseta

I due sono stati inoltre sanzionati con verbali da 10 mila euro a testa. 

Uno invece il sanzionato - si tratta di un commerciante catanese di 52 anni - che è stato trovato in possesso di prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione. 

Il blitz al mercatino di Villaseta, sanzioni per oltre 115.000 euro, sequestrati centinaia di animali e 175 chili di alimenti

Ben otto, infine, i commercianti ambulanti di animali vivi che sono stati sanzionati amministrativamente per mancanza di documenti di trasporto e per mancanza dei nominativi delle aziende di produzione. Raffica di multe che sono arrivate, in questi casi, ad un totale di 80 mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tenevano gli animali con le zampe legate per impedirne i movimenti", scattano anche due denunce

AgrigentoNotizie è in caricamento